Consigli per acquistare online

Siamo nel 2018 (nel momento in cui scrivo questo articolo) e ancora molte persone hanno poca fiducia nell'acquistare online. Chi invece si affida al web per i propri acquisti spesso non sfrutta a pieno le opportunità che la rete offre o, magari per disattenzione o scarsa dimestichezza, resta vittima di "fregature" che potrebbero essere evitate con un minimo di attenzione.Innanzi tutto poniamoci un quesito: perchè acquistare online? La prima risposta penso che sia scontata: perchè online poss...
Di più

Google: nuovo logo e più usabilità

Premetto subito che questo post avrà in alcuni punti dei toni un po "polemici" ma a volte è bello essere un pò provocatori (anche quando si parla di Google). Hei!!! Ma che intenzioni hai?!? Iniziamo con il dire che a Mountain View non si lascia mai nulla al caso! Questo negli anni dovremmo averlo imparato tutti. Eppure c'è ancora chi si ferma alle apparenze e valuta un cambio di logo solo sotto l'aspetto grafico. In queste ore vedo decine di commenti e pagine di siti più o meno conosciuti tutt...
Di più

Google: più privacy e sicurezza per tutti

Da oggi è attivo il nuovo pannello di amministrazione di Google chiamato Account personale. Cosa ci permette di fare questo nuovo centro di controllo reso disponibile da Google? Per spiegarlo partiamo da quanto dichiarato da Guemmy Kim, Lead Product Manager for Users & Trust di Google: "Account personale vi fornisce accesso immediato alle impostazioni e agli strumenti che possono aiutarvi a proteggere i vostri dati e la vostra privacy e a decidere quali informazioni fornire a Google per rend...
Di più

Facebook: con Instant Articles i giornali in bacheca

Il Wall Street Journal aveva già anticipato la notizia che prontamente è stata confermata da Facebook.Nasce "Instant Articles", la nuova offerta integrata al social network (per il momento disponibile solo per l'applicazione su iPhone) che consentirà a nove grandi realtà editoriali mondiali (New York Times, National Geographic, BuzzFeed, NBC, The Atlantic, The Guardian, BBC News, Spiegel e Bild) di pubblicare articoli direttamente sulla sua piattaforma. Da un lato quindi gli utenti avranno l...
Di più

Twitter, la scommessa è la chat privata!

La chat privata ha sempre consentito di poter comunicare in modo diretto con i propri followers e viceversa. Twitter annuncia una piccola/grande rivoluzione: ora è possibile comunicare con chiunque, anche se non direttamente collegato a noi.La prima paura, soprattutto per chi potrebbe avere molte richieste di chat, è quella di rischiare di trovarsi con un elenco infinito di utenti che vogliono mettersi in contatto direttamente con noi. Nessun problema o rischio in quanto, infatti, la possibi...
Di più

Facebook, prima le persone poi le fanpage

Mentre gli addetti ai lavori erano tutti concentrati sul Mobilegeddon di Google, Mark Zuckerberg dava l’ok per un nuovo cambiamento nell’algoritmo di Facebook. Le novità introdotte sono poche ma sostanziali e hanno tutte un unico denominatore comune: dare più importanza ai contenuti postate dalle “persone” piuttosto di quelli delle fan page. Cosa cambierà quindi? Vediamolo insieme.Hai pochi amici o tanti amici che scrivono poco? Questo primo cambiamento allora coinvolgerà il tuo newsfeed in ...
Di più

Non solo Periscope: cinque app per i tuoi live

Da qualche giorno Twitter ha rilasciato la app Periscope che permette, tramite la piattaforma di social network, di creare delle vere e proprie trasmissioni in diretta. Lasciando da parte l'utilizzo "privato" dello strumento, il lancio di questa app porterà sicuramente ad una nuova era in cui le trasmissioni live di eventi possono essere fatte con un semplice telefonino, in ottima qualità. Chiunque potrà trasformarsi in giornalista e documentare in diretta notizie, eventi, etc...Periscope ha...
Di più

Google, rischio multe per 6 miliardi di dollari

Dieci anni fa fu il caso Microsoft a tenere banco alla corte di Bruxelles, ora nel mirino della stessa commissione, è finita Big G proprio per violazione delle norme antitrust.Ancora nulla è deciso perchè quella che è stata avviata da parte di Bruxelles è un'azione formale che andrebbe a chiudere un'indagine iniziata già nel 2010, ma sicuramente bastano anche solo "indiscrezioni" per pesare sull'andamento dei titoli Google che perdono l'1,60% a 539,94 dollari.Sicuramente un dato è certo:...
Di più

Tasto Send: Facebook e Whatsapp verso l’integrazione?

Nel febbraio 2014 ci fu una delle operazioni finanziarie più celebri al mondo e cioè l'acquisto di WhatsApp da parte di Facebook. Gli utenti "pro" WhatsApp si scatenarono subito minacciando di abbandonare in massa l'applicazione di instant messaging se si fosse fusa con Facebook. Dopo poche ore Jan Koum, uno dei co-fondatori WhatsApp, rassicurò tutti: «non esiste nessun piano di integrazione con Facebook».  Nonostante ciò ci fu comunque un interessante trend di migrazione verso App simili a What...
Di più

Google, dal 21 aprile più visibilità ai siti mobile friendly

Spesso Google ha cambiato i propri algoritmi di posizionamento senza preavviso e altrettanto spesso i SEO manager hanno iniziato a "rincorrere" i cambiamenti dettati da Big G solo quando hanno visto il proprio sito web crollare come posizione all'interno della SERP.Questa volta invece Google ha stupito tutti con un annuncio sul blog ufficiale dove, con largo anticipo, comunicava come dal 21 aprile l’ottimizzazione per smartphone e tablet diventerà un fattore di ranking quasi predominante. Co...
Di più