Chief Information Officer (CIO)

Parola chiave: produttività

Il Chief Information Officer ha il compito di pianificare, coordinare e supervisionare il reparto IT dettando i tempi, analizzando i costi e offrendo sempre nuove opportunità di business grazie ad un continuo studio delle nuove tecnologie. In poche parole ha il compito di dare sempre un giusto equilibrio alla produttività rispetto alla qualità e all’innovazione dei progetti.

Ho ricoperto questo ruolo più volte nella mia attività lavorativa sempre con successo e soddisfazione. Ogni volta che ho avuto la responsabilità di un settore, ho dato priorità non solo all’aspetto “economico” (migliorare la produttività e la marginalità) ma anche, per me punto fondamentale, quello legato all’aspetto umano. Ho sempre cercato di fare in modo che il team che mi veniva affidato avesse la possibilità di crescere professionalmente e stringesse legami di collaborazione e coesione in grado di consentire il raggiungimento degli obiettivi affidati non come “singoli” ma come “insieme di professionalità”. Lo studio e la sperimentazione hanno per me avuto sempre un ruolo preponderante soprattutto nell’ambito del marketing in quanto la costante crescita e la capacità di essere sempre “up to grade” sono, a mio modo di vedere, le vere chiavi del successo.

Ricoprire questo ruolo è delicato e particolarmente difficile in quanto, rispetto ad altri all’interno della stessa struttura aziendale, bisogna avere la capacità di fare funzione da account commerciale, account executive, coordinatore, IT Director, acquisti e spesso anche come operativo. In particolar modo ho svolto il mio ruolo di Chief Information Officer concentrandomi su precise attività:

  • analisi delle necessità del cliente e studi di fattibilità con l’identificazione degli strumenti digitali necessari al raggiungimento dell’obiettivo richiesto
  • stesura dei progetti e preventivi con analisi dei singoli centri di costo, dei competitor e delle tempistiche di realizzazione
  • controllo e supervisione dello sviluppo dei progetti con costante verifica del rispetto delle tempistiche e dei costi
  • raffronto costante con la direzione tramite reportistica precisa e aggiornata
  • assistenza e consulenza al cliente in ottica di piena customer satisfaction
  • analisi dettagliata periodica delle attività del settore e gestione prospettica degli investimenti
  • capacità di aumentare la marginalità, la redditività e la produttivita aumentando l’efficacia e i costi di non qualità